Crisi da Sovraindebitamento L.n.3/2012

SOVRAINDEBITAMENTO REPORT

PREANALISI GRATUITA DEI CONTRATTI BANCARI E REDAZIONE DI PERIZIA GIURIMETRICA

ASSISTENZA LEGALE A MEZZO PROFESSIONISTI ASSOCIATI

Inviaci una email a assoaisc@gmail.com 

                                                                    ASSOCIAZIONE SENZA SCOPO DI LUCRO                                                                       

                                                                                                    Certificato attribuzione codice fiscale                                                                                                                                                                        

                                                                                                  Tel. 081/8111557                                                                                                      

  1. Sede legale e principale: Aversa (CE) via Michelangelo, 15 - sede operativa Via A. Diaz,112  
  2. Sede secondaria: STUDIO LEGALE CAPUTI - Avv. Marco Caputi Via Giuseppe Re David, 193/B Bari 70125

Il modello americano: agenzie pubbliche per i mutui e obbligazioni per le imprese

Il modello americano: agenzie pubbliche per i mutui e obbligazioni per le imprese

L’84% dei mutui erogati dalle banche europee resta nei portafogli delle stesse banche ingrossandone e ingessandone i bilanci con impieghi a lungo termine. Negli Stati Uniti la quota è del 27%, perché, una volta erogato il mutuo, larga parte del credito viene trasferito a Freddie Mac e Fannie Mae, le due agenzie governative create con questo scopo. In Europa, altro fattore rilevante, il 90% del credito alle imprese viene effettuato dalle banche, negli Stati Uniti solo il 55%, il resto arriva dal mercato obbligazionario. L’insieme di questi due fattori fa sì che le banche europee debbano avere una raccolta enorme (pari a oltre 3 volte il prodotto lordo dell’area, contro il 90 per cento degli Usa) per concedere mutui alle famiglie e finanziare le imprese, abbiano rischi enormi nei loro bilanci e debbano avere un capitale molto elevato, che sottrae equity ad altri settori dell’economia. E’ noto che l’Europa continentale è un sistema “bancocentrico” e questi sono i numeri per confermarlo. La conseguenza di tutto ciò è che quando c’è un credit crunch, come in questi mesi, l’economia viene letteralmente soffocata. Un’agenzia europea che assumesse una parte dei crediti relativi ai mutui erogati dalle banche e un mercato obbligazionario più liquido ed evoluto potrebbero consentire di evitare il credit crunch o di ridurne i suoi effetti sull’economia. (m.p.)

Visualizzazioni: 39

Commento

Devi essere membro di Associazione intermediari specialisti del credito (A.I.S.C.) per aggiungere commenti!

Partecipa a Associazione intermediari specialisti del credito (A.I.S.C.)

Info su

Tematiche concernenti l'accesso al credito, le difficoltà del rapporto con gli Istituti, la tutela del risparmio e del consumatore

© 2018   Creato da A.I.S.C..   Tecnologia

Badge  |  Segnala un problema  |  Termini del servizio